Posizionamento siti web su Google

Come diventare webmaster e webdesigner professionista

Comincio questa mia guida di consigli per chi voglia diventare webmaster e webdesigner, col dire che ci sono al momento pochissime scuole pubbliche per queste due professioni, tutte finanziate dalla singole regioni e quindi soggette a cambiamenti in base ai bilanci di spesa annuali. Ad ogni modo, per svolgere attività di webmaster e webdesigner non è necessario dal punto di vista legale, il possesso di nessun attestato, né pubblico né privato, in quanto al momento le due professioni non sono regolate in maniera ufficiale.

Anzitutto, è bene precisare che essere webmaster (userò convenzionalmente sempre questo termine, anche se sotto vi spiegherò le differenze) non significa farsi un bel sitarello amatoriale, come la rete ne è già piena. Questo, va bene appunto a livello amatoriale, ma qui stiamo parlando di livello professionale. Analizziamo, prima di tutto, la differenza che passa tra webmaster e webdesigner:
Webmaster
Conosce i più importanti linguaggi di programmazione (Php, Asp, Java) ed è responsabile più del lato tecnico di un sito, della sua funzionalità, quindi può implementare un modulo di contatti, un guestbook, un forum con database e tutto ciò che riguarda la programmazione del web.

Webdesigner

A differenza del webmaster, il webdesigner è responsabile del lato estetico del sito, quindi di tutta la parte grafica. E’ lui che progetta la struttura di un sito, usando programmi di grafica come Photoshop, Flash e Illustrator, conferendo al sito web un aspetto gradevole. A differenza del webmaster, non deve necessariamente conoscere i linguaggi di programmazione, ma deve tuttavia avere un’ottima conoscenza dell’html e dei css.
Detto questo, come si diventa webmaster?

Allora, ci sono ottime scuole che offrono diversi corsi da webmaster e webdesigner, ma sono tutte private e molto costose, tipo 60 ore mille euro, e ovviamente possono darvi solo la base, poi dovrete armarvi, di queste tre cose:

  • Abnegazione;
  • Pazienza;
  • Curiosità e spirito di osservazione;

Abnegazione perché, come tutto lo studio di ogni materia, anche questo richiede sacrifici, diffidate di chi vi promette che in poche ore diverrete bravi a fare tutto, vi ci vorranno anni per essere veramente bravi!

Pazienza: questo perché il web, data la presenza di utenti che utilizzano i browser più disparati, le più svariate risoluzioni, vi troverete di continuo ad aver fatto un bel sito con x browser, ma che fa schifo con y browser! Abituatevi almeno all’inzio, tutti ci siamo passati, se fare siti accessibili a tutti fosse facile, la gente non pagherebbe centinaia di euro per farsi fare un sito da un vero professionista.

Curiosità e spirito di osservazione: ancor oggi questo settore è pieno di autodidatti e, oso dire, di dilettanti, quindi girare per la rete, aggiornarsi e confrontarsi con gli altri è fondamentale.

Come ho fatto io?

Io ho cominciato con base zero, mosso da una grande passione, facendo tutto da solo, poi ho deciso di far diventare questa mia passione un lavoro, così, ho frequentato diversi corsi in una nota scuola di Roma, ma ci è sempre voluto il massimo impegno da parte mia. Il primo sito che feci, era una vergona, oggi mi sono specializzato e sono evoluto dal punto di vista tecnico, ma so che non è ancora finita, e che MAI lo sarà.